Serra Rocca Chiarano

Appena al di fuori dei confini del PNALM, a est del Marsicano e a nord del lago di Barrea, è la lunga dorsale della Serra Rocca Chiarano, quasi ignorata dai flussi escursionistici che prediligono il vicino e più alto Monte Greco. È un peccato perché si tratta di una montagna estremamente panoramica che può riservare grandi sorprese. Quello proposto è un percorso ad anello, non brevissimo, che permette di percorrerne quasi integralmente la dorsale.


Interessi per i bambini

L’anello proposto, pur presentando, indubbi spunti di interesse per i bambini non è da considerarsi una meta preferenziale per accompagnare i giovani escursionisti. Si tratta infatti di un percorso molto bello, che regala splendidi panorami e lungo il quale è facile avvistare grossi mammiferi, ma piuttosto lungo e un po’ faticoso che non ha quelle caratteristiche tipiche che attraggono i bambini: i panorami sono splendidi per un adulto, ma non hanno quelle caratteristiche in stile “fantasy” che attraggono i più piccoli; gli animali, inoltre, sono splendidi ma per vederli si fatica di meno sui monti della meta dove ce ne sono anche di più.

Interesse Paesaggistico
Livello di interesse: 
Medio

Il panorama è fantastico per adulti e ragazzi e spazia dall’Adriatico, alla Maiella (vicinissima) fino ai Lepini. Difficilmente, però, i bambini apprezzano  panorami così ampi.

Interesse Naturalistico
Livello di interesse: 
Alto

Pur trovandosi al di fuori dei limite del PNALM, la zona attraversata dall’escursione è frequentata da orsi, lupi e cervi. Mentre i primi due sono molto guardinghi e difficili da vedere, imbattersi in un branco di cervi è, praticamente, la norma specialmente nel periodo che va da settembre a novembre. Raro, invece, l’incontro con il camoscio.

Descrizione

Traccia GPS: 
Galleria fotografica