Monterano Antica

Il paese abbandonato di Monterano e l’itinerario per raggiungerlo sono dei veri e propri gioielli. Da un punto di vista artistico basta citare il convento diroccato di San Bonaventura, opera del Bernini. Dal punto di vista naturalistico, non basterebbe un enciclopedia per parlare di tutto quel che c’è da vedere. Fatto sta che quella proposta è una semplice e breve escursione che non mancherà di appassionare adulti e bambini.


Interessi per i bambini

L’escursione proposta è, forse, la migliore tra quelle a noi note per introdurre i bambini all’escursionismo. Si tratta di un percorso che nulla ha a che fare con la montagna (siamo in boschi tra modeste colline), ma gli aspetti naturalistici e il fascino delle rovine farà venire voglia a tutti di camminare.

L’età ideale per i bambini è intorno ai 4-6 anni, quando sono in grado di camminare da soli e hanno il minimo bagaglio culturale necessario per capire le meraviglie naturalistiche del luogo e per subire il fascino delle rovine.

La stagione migliore è l’autunno, quando il bosco si riempie di funghi e castagne.
Le condizioni meteo ideali, invece, sono a qualche giorno dalle ultime piogge, quando l’acqua è abbondante ma non più fangosa. 

Interesse Sportivo
Livello di interesse: 
Basso

Si tratta di un’escursione semplicissima che non presenta difficoltà. Molti massi lungo il percorso, però, si prestano a divertenti arrampicatine.

Interesse Paesaggistico
Livello di interesse: 
Alto

Al livello paesaggistico le rovine dell’antico abitato, abbandonato alla fine del ‘700 per le devastazioni dell’esercito francese, la fanno da padrone: la loro esplorazione esalterà qualunque bambino (ma anche gli adulti non resteranno indifferenti). 

Interesse Naturalistico
Livello di interesse: 
Alto

La spettacolarità dell’ambiente è legata soprattutto alla presenza di vari minerali che rendono i colori dell’acqua e delle rocce davvero incredibile. Così il rosso delle rocce bagnate è esaltato dal contrasto con il biancastro delle acque ricche di zolfo, mentre vicino alla solfatare i massi sembrano provenire dalla luna grazie al caratteristico giallino donato loro dalla incrostazioni di zolfo.

In autunno, inoltre, la zona è ricchissima di funghi spettacolari e velenosi (Amanita phalloides, Amanita pantherina, Lepiota sp., ecc.) che affascinano sempre i bambini (fate molta attenzione che non li raccolgano perché si tratta di funghi molto velenosi o addirittura mortali).

Descrizione

Traccia GPS: 
Galleria fotografica

Commenti

Andiamo spesso a passeggio per Monterano, rispetto alle indicazioni è importante seguire le indicazioni per il parcheggio Drosilla, per evitare di finire al parcheggio Monterano che taglia via buona parte del percorso e costringe le auto ad un lungo sterrato.
La zona è stata utilizzata per moltissimi film italiani.