Monte Tarino dalla SS. Trinità

Monte Tarino e monte Tarinello sono, probabilmente, le due vette più affascinanti dell’intero gruppo dei Simbruini. Situate quasi al confine con i più elevati monti Ernici, regalano splendidi panorami e offrono numerose possibilità all’escursionista. Quello proposto è un piccolo anello che può essere percorso in entrambi i versi e permette di attraversare, con un’unica escursione, sia gli ambienti scoperti e ventosi della cresta sia le estese faggete e gli ampi pianori che caratterizzano il versante settentrionale.


Interessi per i bambini

Itinerario molto interessante per i bambini specialmente in primavera quando le fioriture sono in corso. Si tratta di un itinerario semplice e non lungo, ma che non deve essere sottovalutato: dato il dislivello totale non elevatissimo ma neppure trascurabile richiede, infatti, un certo grado di motivazione e allenamento.

Interesse Paesaggistico
Livello di interesse: 
Medio

Il Tarinello e i suoi pascoli sommitali piacciono ai bambini per il loro aspetto alieno. Il panorama di vetta che spazia dal Velino/Sirente, alla Maiella e  agli Ernici sarà sicuramente apprezzato dai ragazzi con già una discreta esperienza escursionistica, ma non affascinerà i bambini più piccoli.

Interesse Naturalistico
Livello di interesse: 
Medio

In primavera tutto il percorso si ricopre di Asfodeli, narcisi e orchidee che affascineranno i giovani naturalisti.

Descrizione

Traccia GPS: 
Galleria fotografica