Monte Elefante dal rifugio Sebastiani

Monte Elefante, quinta elevazione dei monti Reatini, è un montagna normalmente considerata di second’ordine che, però, riserva all’escursionista sorprese di sicuro interesse. Nonostante il suo aspetto dolce e prativo, infatti, Monte Elefante regala panorami mozzafiato e creste incredibilmente aeree. Quella proposta è una passeggiata molto breve e remunerativa che permette, quasi senza fatica, di raggiungere anche il vicino Monte Valloni.


Interessi per i bambini

L’escursione è breve e, con l’eccezione della breve ma ripida salita finale, poco faticosa. Si tratta di un itinerario sicuramente adatto ai bambini anche alle prime esperienze di montagna lungo il quale, però, occorre fare molta attenzione. I prati attraversati dal sentiero, infatti, sono sorprendentemente ripidi (quasi delle pareti verdi, in alcuni tratti) e una scivolata può risultare davvero molto pericolosa.
In caso di bagnato o, peggio, di brina o ghiaccio, inoltre, l’erba diventa sorprendentemente scivolosa. In tali condizioni è meglio non avventurarsi lungo questo itinerario.

Interesse Paesaggistico
Livello di interesse: 
Alto

L’ambiente, seppur deturpato dalle strade sterrate che feriscono i fianchi della montagna è insospettabilmente aereo e di sicuro interesse per i bambini e i ragazzi caratterizzato, com’è, da prati ripidissimi e creste sempre erbose ma aeree e panoramiche. Proprio l’ampiezza dei panorami che coprono tutti i principali massicci dell’Appennino Centrale non potrà non entusiasmare i bambini, specialmente se riusciranno a riconoscere luoghi già visitati.

Interesse Naturalistico
Livello di interesse: 
Basso

I prati attraversati regalano, in primavera, belle fioriture, ma l’aspetto naturalitico del percorso non è sicuramente la cosa che interesserà maggiormente i ragazzi.

Descrizione

Galleria fotografica