Monte Camicia da Fonte Vetica

Monte Camicia, la più orientale delle grandi vette del Gran sasso, è una montagna splendida che regala sempre grandi emozioni a chi decide di visitarla. I motivi di interesse sono molteplici: da quelli floro-faunistici (è qui che si trovano le stelle alpine e la rara Vipera ursinii) a quelli paesaggistici caratterizzati dalla forte dicotomia dei versanti settentrionale e meridionale della montagna: ripido e pietroso il secondo e assolutamente verticale il primo con le sue incredibili pareti alte oltre 1000 m e larghe circa 2 km, le più impressionanti dell’intero Appennino.


Interessi per i bambini

Se i bambini sono sufficientemente allenati per affrontarla, la salita al Camicia è un percorso ideale che li entusiasmerà come pochi altri. Visto il dislivello non trascurabile, però, il percorso non deve essere sottovalutato e occorre porre estrema attenzione nelle parti più alte dove si costeggia l’orlo della spettacolare parete nord.

Interesse Paesaggistico
Livello di interesse: 
Alto

Il panorama dal Monte Camicia è splendido da tutti i lati e ha tutte le caratteristiche necessarie ad entusiasmare i bambini: a est si vede l’Adriatico, ad est le spettacolari vette del Prena e di Corno Grande, a sud lo sguardo precipita sullo spettacolare Campo Imperatore per pi allontanarsi verso il gruppo del Velino-Sirente (sud est) e della Maiella (sud ovest).

La varietà e la conformazione del terreno, arido e roccioso, con le spettacolari pareti che precipitano sul Teramano e la splendida guglia del Dente del Lupo, inoltre, non permettono ai bambini di annoiarsi.

Interesse Naturalistico
Livello di interesse: 
Alto

Oltre alle splendide fioriture, tra le quali va annoverata quella di stelle alpine, la zona è molto frequentata dai camosci il cui avvistamento è sempre molto probabile ed è uno dei luoghi dove è più facile imbattersi nella splendida Vipera ursinii il cui incontro galvanizzerà ogni bambino (nel caso ci si dovesse imbattere in qualche esemplare di questo splendido rettile, si raccomanda di non disturbarlo sia per evitare morsi, poco pericolosi, ma sgradevoli, sia e soprattutto per arrecare minor danno possibile a questo raro animale in via d’estinzione).

Piante da vedere: 

Descrizione

Traccia GPS: 
Galleria fotografica

Commenti

Foto stupende e articolo esaustivo, tranne però la didascalia della foto 20, la quale erroneamente riporta «In vetta a Monte Camicia. Sullo sfondo il Prena e il Camicia.», mentre sullo sfondo si trova il Corno Grande.

Saluti.