Elenco delle difficoltà

Gli itinerari turistici si svolgono prevalentemente su strade sterrate, mulattiere e sentieri comodi.

Questo tipo di itinerari sono solitamente non  lunghi, sempre evidenti, non pongono problemi di orientamento e non presentano difficoltà tecniche o passaggi esposti.

Si svolgono quasi sempre a bassa o media quota (sotto i 2000 metri).

Come tutte le attività in montagna, anche questi itinerari richiedono una basilare conoscenza dell'ambiente montano e una adeguata preparazione fisica alla camminata che si va ad affrontare nonchè equipaggiamento e abbigliamento idonei.

Si tratta di itinerari che si svolgono su sentieri e su  tracce a quote anche piuttosto elevate e su terreni di vario genere. Possono presentare tratti esposti su pendii erbosi, pietraie anche con neve residua.

Possono presentare tratti non evidenti , quindi, richiedono un buon senso dell'orientamento unito a una buona conoscenza della montagna, attrezzatura e abbigliamento adeguati.

Se percorsi con i bambini può, occasionalmente, essere necessario disporre di attrezzature specifiche (corda, imbracatura ecc.)

Si tratta di itinerari che possono presentare tratti di arrampicata facile su roccia e superamento di pendii nevosi anche con esposizioni notevoli.

I terreni attraversati possono essere infidi e molto vari e gli itinerari sono spesso piuttosto faticosi.

Richiedono un ottimo senso dell'orientamento e una profonda conoscenza della montagna uniti ad un passo sicuro e assenza di vertigini.

Se percorsi con i bambini richiedono frequentemente attrezzature specifiche (corde, imbracature, ecc.) per assicurare i più piccoli e una buona conoscenza del loro utilizzo.

Si tratta di itinerari su vie ferrate o sentieri attrezzati dal carattere tipicamente alpinistico. Spesso estremamente esposti richiedono l'utilizzo di attrezzature specifiche per l'autoassicurazione (kit da ferrata, casco, ecc.). Sono da considerare il limite estremo dell'attività escursionistica.

Nel caso di percorrenza di vie ferrate con bambini è sempre necessario l'utilizzo di corde e attrezzature per la progressione in cordata. Non devono essere assolutamente percorse se non in presenza di alpinisti esperti o guide alpine che  sappiano indirizzare i bambini e conoscano il corretto uso dell'attrezzatura e le tecniche di sicurezza e arrampicata, nonché intervenire opportunamente in caso di problemi.

Si tratta di itinerari a carattere prettamente alpinistico che non presentano difficoltà superiori al II grado, solitamente per tratti alquanto brevi.

Come tutti gli itinerari alpinistici, sono riservati esclusivamente a profondi conoscitori della montagna, richiedono assoluta assenza di vertigini, piede sicuro e conoscenza delle tecniche di assicurazione.

Possono essere percorsi esclusivamente da bambini estremamente preparati, abituati ai passaggi esposti e accompagnati da adulti più che esperti.