Anello del Morretano

L’escursione proposta permette di percorrere con un bel percorso ad anello le due creste che delimitano la valle di Morretano: quella del Puzzillo, affilata e aerea, a Nord Est e quella de La Torretta, ampia ed erbosa, a Sud Ovest. Si tratta di un percorso lungo ma non faticoso davvero magnifico grazie soprattutto all'ampia varietà degli ambienti attraversati e alla grande differenza tra le due creste percorse. Buona parte dell’itinerario di discesa si svolge in assenza di sentieri e richiede un buon senso dell’orientamento: per tal motivo deve essere evitato in caso di nebbia.


Interessi per i bambini

L’itinerario che non pone difficoltà tecniche di rilievo è piuttosto lungo, ma non faticoso e può, pertanto, essere percorso d qualunque bambino o ragazzo con un minimo di allenamento e di voglia di camminare. L’ampiezza dei panorami e la varietà degli ambienti attraversati lo rendono un itinerario di sicuro successo.

Anche se teoricamente percorribile nei due sensi, si raccomanda di percorrere l’anello nel senso descritto: se percorso in senso inverso, infatti, la salita a La Torricella, nei prati, risulterebbe molto noiosa e la salita dal passo del Morretano alla vetta del Puzzillo, brutta e faticosa, metterebbe a dura prova il desiderio di montagna di qualunque bambino.

Interesse Sportivo
Livello di interesse: 
Basso

L’itinerario non presenta difficoltà tecniche di rilievo, ma alcune formazioni rocciose possono divenire un divertente terreno di gioco per i bambini che amano arrampicarsi. Le difficoltà di reperimento del percorso nella discesa da La Torricella e nell’attraversamento del bosco di Cerasolo possono offrire, invece, una divertente esperienza di orienteering.

Interesse Paesaggistico
Livello di interesse: 
Alto

Oltre ai panorami incredibilmente ampi che, nelle giornate più limpide, spaziano dai Sibillini alla Maiella, quello che rende il percorso descritto assolutamente eccezionale è l’incredibile diversità tra i vari ambienti attraversati. In particolare salta all’occhio la profonda differenza tra le creste del Puzzillo e de La Torricella; mentre la prima è una cresta affilata, stretta e rocciosa che cattura l’interesse dei bambini per il suo aspetto duro e arido, la seconda è un’ampissima cresta erbosa costituita da un intricato sistema di vallecole e doline che rendono la ricerca del percorso un gioco molto divertente. A completare l’interesse dell’escursione contribuisce notevolmente anche l’attraversamento del bosco di Cerasolo in località Peschiogori nell’ultimo tratto dell’itinerario: si tratta di un bosco dall’aspetto fiabesco del quale va goduto ogni singolo metro.

Interesse Naturalistico
Livello di interesse: 
Medio

Seppure non frequentissimo, non è raro imbattersi in qualche camoscio o ammirare il volo dei grifoni. Dal punto di vista della flora vanno, invece, segnalate le belle fioriture primaverili e, soprattutto, l’ampia disponibilità di fragole e lamponi nella prima e nell’ultima parte dell’itinerario.

Descrizione

Traccia GPS: 
Galleria fotografica