Monte Semprevisa da Pian della Faggeta

Superbo itinerario che permette in una sola escursione di raggiungere la massima elevazione dei Lepini e di ammirare alcuni tra i più impressionanti fenomeni carsici della zona. Particolarmente affascinanti i boschi attraversati.


Interessi per i bambini

Itinerario assolutamente eccezionale che offre ad adulti e bambini innumerevoli motivi di soddisfazione e di interesse. Un po’ troppo lungo per i bambini meno allenati, può essere abbreviato facilmente riscendendo per la via di salita. In alternativa, volendo vedere le più interessanti manifestazioni carsiche piuttosto che salire alla vetta, si può percorrere l’itinerario in senso inverso fino a Pian dell’Erdigheta o all’Abisso Consolini.

Interesse Sportivo
Livello di interesse: 
Basso

L’itinerario, seppure un po’ lungo, non presenta difficoltà di rilievo. Tuttavia il percorso è costellati di grossi massi e paretine dove i bambini potranno arrampicarsi a volontà.

Interesse Paesaggistico
Livello di interesse: 
Alto

L’itinerario, oltre ad attraversare luoghi paesaggisticamente molto interessanti (la zona di Pian dell’Erdigheta è particolarmente affascinante dato il suo aspetto fiabesco con un po’ di nebbia),  offre bei panorami sulla pianura Pontina e sul mare. 

Interesse Naturalistico
Livello di interesse: 
Alto

L’escursione descritta riserva sorprese naturalistiche ad ogni passo ed è un percorso ideale per i ragazzi più attenti all’aspetto naturalistico e scientifico. Tutto il percorso è, infatti costellato, di manifestazioni carsiche davvero impressionanti che culminano con l’ingresso dell’Abisso Consolini e l’inghiottitoi dell’Erdigheta. Sempre nella zona di pian dell’Erdigheta i campi solcati  e l’immersione degli strati calcarei nel prato affascinano i bambini e a si prestano molto bene a una spiegazione dei concetti di stratificazione e dei movimenti tettonici.

I più attenti alla vegetazione rimarranno affascinati dai grossi esemplari di tasso presenti al termine del sentiero e lungo tutta la sterrata percorsa al ritorno(si raccomanda di non oltrepassare le recinzioni poste a tutela di tali, rare piante). Alcuni agrifogli renderanno ancor più affascinanti i boschi attraversati.

Descrizione

Traccia GPS: 
Galleria fotografica

Commenti

Buongiorno Carlo,prima di tutto grazie dei complimenti.La segnaletica di questo itinerario è (caso raro) ottima, i segni sono sempre dove servono e la via da seguire molto intuitiva. Gli unici punti che potrebbero essere problematici in caso di nebbia sono la zona intorno al Consolini dove, però, con un minimo di attenzione anche con la nebbia la via si trova senza grandi difficoltà e, soprattutto, la zona subito dopo l'Erdigheta dove i segni sono molto abbondanti e ben posizionati ma in caso di nebbia fitta (per altro molto frequente) non si riescono a vedere. Anche qui comunque con un po' di attenzione la via si trova.

Complimenti, sito e resoconto veramente accurati ed interessanti!
Una segnalazione, nella Tab "Come Arrivare" si legge: "Raggiunto il piano, proprio dove finisce l'asfalto, si imbocca la strada in salita a sinistra.". Credo sia una svista poiche', se ho ben capito la descrizione si deve imboccare la strada in salita a destra.

Ciao Davide, hai perfettamente ragione. Si tratta di un refuso che rende il tutto privo di senso: provvedo subito a correggerlo.

Come dici tu, intendevo ridiscendere per la via di salita.

In alternativa puoi abbreviare ancor di più scendendo dalla vetta direttamente per la cresta nord e poi nel bosco fino alla cisterna di Acqua Mezzavalle; questa alternativa, però segue un itinerario non segnato che richiede un po’ di orientamento. 

Ciao , complimenti per il fantastico sito e per le informazioni cosi dettagliate. Voglio fare lo stesso percorso ma siccome mi porto appresso dei bambini voglio essere sicuro di non sbagliare. Vorrei caricarmi la traccia gpx che hai lasciato ma sono un assoluto neofita del programma e non riesco a caricarla come file (mi si aprono tutte le istruzioni in html ma non riesco ad ottenere un file da dare in "pasto" al programma). Mi puoi dare qualche dritta ?....Grazie e ancora complimenti

Ciao Fabio,per scaricare la traccia basta che clicchi il link GiroSemprevisa.gpx col tasto destro e fai "salva con nome" (a seconda del browser che utilizzi il nome potrebbe essere diverso: su chrome è "Salva link con nome", su IE "Salva oggetto con nome", ecc.).

Assicurati di salvarlo con l'estensione gpx (alcuni browser prendono l'iniziativa di salvarlo come .xml) e il gioco è fatto.

Se dovessi avere ancora problemi ti prego di mandami un messaggio tramite il form di contatti e ti spedisco direttamente la traccia.

Ciao e grazie di averci contattati

P.S. se non conosci la zona e c'è nebbia, fai attenzione che nella zona del pian dell'Erdigheta è facile perdersi, quindi non fare affidamento solo sul GPS e comunque porta delle batterie di ricambio in modo da essere sicuro che funzioni per tutta la giornata.

Sono tornato sul Semprevisa dopo 20 anni grazie al vostro sito che me ne ha fatto tornare la voglia. E' stato bellissimo e le vostre indicazioni sono precise e puntuali. Grazie.

Ci sono stato ieri con un amico di Carpineto in cerca di tartufi,sono rimasto incantato per la bellezza,a salire abbiamo attraversato la faggeta senza seguire alcun sentiero avendo lui che conosce molto bene il monte,raggiunta la vetta ci siamo rifocillati e siamo scesi per il sentiero segnato molto bene,complimenti a tutti coloro che contribuiscono a mantenere così bene il monte❤